Modalità di organizzazione dell’attività didattica sino al 30 aprile 2021

In ottemperanza a quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021, dal Decreto-Legge n. 44 del 1° aprile 2021 e dalle Ordinanze del Ministero della Salute del 2 e del 16 aprile 2021, le attività didattiche, sino al 30 aprile 2021, si svolgeranno esclusivamente in modalità a distanza ferma restando “la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso dei laboratori o per per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.”
Pertanto, salvo diversa indicazione normativa, si dispongono le seguenti modalità organizzative:

Didattica mista

Le classi, indicate nel prospetto, seguiranno la didattica mista secondo il proprio orario delle lezioni. Le lezioni in presenza avranno la durata di 60 minuti, quelle con modalità a distanza la durata di 50 minuti, con una pausa di 10 minuti tra un’unità oraria e l’altra.
I docenti e gli studenti si atterrano all’orario delle lezioni, senza alcuna modifica, se non le dovute pause.

Gli studenti in presenza entreranno ed usciranno in modo scaglionato in base all’orario e agli ingressi assegnati alle aule e di seguito indicati:


Didattica a distanza

Le restanti classi seguiranno la didattica digitale integrata e si atterrano a quanto previsto dal Regolamento del Piano della Didattica digitale integrata, approvato dal Collegio dell’11 settembre 2020 e successive integrazioni apportate in sede di Collegio del 28 gennaio 2021.

Ciascuna classe seguirà il proprio orario delle lezioni, partendo dalle ore 8.05, in modalità sincrona, con una pausa di 10 minuti tra un’unità oraria e l’altra.

Indicazione per gli Studenti

Gli studenti in DDI si collegheranno soltanto con l’account istituzionale al Meet convocato dal docente.

Si ribadisce che la lezione a distanza ha la medesima valenza della lezione in presenza e la valutazione degli apprendimenti seguirà gli stessi criteri per entrambe.

Per le assenze orarie e/o giornaliere nelle lezioni a distanza si rammenta che, come previsto nell’art. 6 del Regolamento d’Istituto, non è consentito:

– l’ingresso in classe oltre le ore 9.05, tranne che per particolari situazioni (analisi cliniche, visite mediche…) adeguatamente certificate e documentate;

– il rientro a lezione nell’arco della stessa giornata, nell’eventualità di un’uscita anticipata.

Pertanto, i ritardi e le uscite anticipate si accumuleranno ai giorni di assenza (n. 5 ore di ingresso in ritardo o di uscita anticipata corrispondono ad un giorno di assenza) e andranno opportunamente giustificati.

Gli studenti con disabilità, salvo diversa richiesta da parte della famiglia, parteciperanno alle lezioni in presenza, usufruendo del supporto dei docenti di sostegno, degli educatori e degli assistenti, ove presenti.

Indicazioni per i Docenti

I docenti nelle giornate in cui gli studenti delle proprie classi sono in presenza accederanno a scuola dall’ingresso predisposto per la classe interessata seguendo il proprio orario di servizio e collegandosi dalla classe con gli studenti in DDI.

I docenti che nello stesso giorno dovessero avere lezione in classi in presenza e in classi a distanza svolgeranno le attività in presenza e online da scuola; per le videolezioni si recheranno nell’aula della classe in cui avrebbero dovuto svolgere la lezione utilizzando i dispositivi presenti. Qualora l’orario lo consentisse, i docenti avranno la possibilità di svolgere la lezione a distanza non necessariamente in presenza a scuola.

I docenti che nell’orario di servizio quotidiano hanno lezione solo in classi non presenti a scuola potranno svolgere le attività didattiche a distanza non necessariamente in presenza a scuola.

I docenti di sostegno, che hanno alunni BES/DSA in presenza, saranno a scuola secondo l’orario di servizio che potrà subire delle modifiche per adeguamento a nuove organizzazioni didattiche.

I docenti di sostegno, che hanno alunni BES/DSA che seguono le lezioni a distanza, seguiranno lo studente nei collegamenti online con la classe secondo l’orario definito.

I docenti con ore a “disposizione” saranno in presenza secondo l’orario di servizio per eventuali sostituzioni di colleghi assenti.

I docenti avranno cura di compilare in modo scrupoloso il registro elettronico RE Axios (firma di presenza, giustificazioni, annotazione argomenti svolti, …) e all’inizio di ogni ora di lezione, rilevare la presenza degli studenti in DDI e registrare le eventuali assenze orarie sul Registro Elettronico.

Indicazioni per il Personale ATA

In ragione di quanto previsto dall’art. 48, comma 1, del sopracitato DPCM – che stabilisce che “I datori di lavoro pubblici limitano la presenza del personale nei luoghi di lavoro per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente tale presenza, anche in ragione della gestione dell’emergenza. Il personale non in presenza presta la propria attività lavorativa in modalità agile”, il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi apporterà modifiche o aggiornamenti, qualora necessari, al Piano delle Attività del Personale ATA, affinché siano assicurate le percentuali più elevate possibili di lavoro agile, compatibili con le potenzialità organizzative e con la qualità e l’effettività del servizio erogato (art. 6, comma 2, del sopracitato DPCM), alla luce di quanto previsto dalla Nota AOODPIT 1990 del 5 novembre 2020.

Inoltre, come previsto dalla Nota AOODPIT 1990 del 5 novembre 2020:

“Il personale Assistente tecnico svolge la propria attività lavorativa a supporto della DDI, della didattica di laboratorio e degli adempimenti connessi alla consegna di materiale tecnologico.

Agli Assistenti amministrativi che rimangono in presenza, perché impegnati su attività non espletabili a distanza, (…) le pubbliche amministrazioni dispongono una differenziazione dell’orario di ingresso e di uscita del personale (art. 6, comma 4, del sopracitato DPCM)

Il personale Collaboratore scolastico (…) che non possa svolgere la propria attività a distanza, continuerà a prestare servizio in presenza (…)”.

Ingresso e permanenza nei locali della scuola

L’accesso agli edifici scolastici e alle loro pertinenze è vietato in presenza di febbre oltre 37.5°C o altri sintomi influenzali riconducibili al COVID-19;

L’accesso agli edifici scolastici e alle loro pertinenze è altresì vietato a chiunque, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti stretti con soggetti risultati positivi al SARS-CoV-2;

Come previsto dal sopracitato DPCM, art. 21, comma 1, “(..) È obbligatorio l’uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina”. Di conseguenza “(…) la mascherina dovrà essere indossata sempre, da chiunque sia presente a scuola, durante la permanenza nei locali scolastici e nelle pertinenze, anche quando gli alunni sono seduti al banco e indipendentemente dalle condizioni di distanza (1 metro tra le rime buccali) previste dai precedenti protocolli” (Nota AOODPIT 1994 del 9 novembre 2020, come riconfermata dalla Nota AOODPIT 343 del 4 marzo 2021);

Si richiamano tutte le “Misure igienico-sanitarie” previste dall’Allegato 19 del sopracitato DPCM

Accesso dei visitatori

Permane la limitazione all’accesso dei visitatori (Protocollo d’intesa 6 agosto 2020, AOOGABMI 87), i quali, comunque, dovranno sottostare ai seguenti criteri di massima:
– ordinario ricorso alle comunicazioni a distanza;
– accessi limitati ai casi di effettiva necessità amministrativo-gestionale ed operativa, previa prenotazione e relativa programmazione;
– regolare registrazione dei visitatori ammessi, con indicazione, per ciascuno di essi, dei dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza), dei relativi recapiti telefonici, nonché della data di accesso e del tempo di permanenza;
– rispetto delle regole generali di prevenzione dal contagio, incluso l’uso della mascherina durante tutta la permanenza all’interno della struttura.

Tutti sono invitati alla lettura integrale del DPCM ed al rispetto delle norme in esso contenute.

Per ogni altra informazione si rimanda al sito della Scuola e, in particolare, alla sezione “Emergenza epidemiologica: informazioni utili”:

https://www.liceocapece.edu.it/coronavirus-covid-19-tutte-leinfo/.

Circolare n. 288 – Organizzazione didattica sino 30 aprile